Benvenuti!

Un nuovo altare per la nostra chiesa

“All'altare mobile si deve rispetto, perché è la mensa destinata in modo esclusivo e permanente al convito eucaristico. Conviene pertanto che prima dell'uso anche l'altare mobile venga, se non dedicato, almeno benedetto” (cfr. Benedizionale § 1267) Domenica 15 febbraio, durante la Santa Messa solenne delle ore 11 è stato benedetto il nuovo altare mobile della chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista in Alessandria.

L’opera è stata realizzata in legno dal maestro scultore Giuseppe Stuflesser di Ortisei (BZ), fornitore della Casa Pontificia, come completamento del discorso iniziato con le vetrate e rappresenta al centro Gesù che dialoga con Giovanni, nell'incontro delle 4 del pomeriggio che gli ha cambiato la vita, gli scritti giovannei e la parabola della vite e i tralci (Gv. 15, 1-8) mentre sulle colonne i primi quattro apostoli Andrea, Bartolomeo, Filippo e Pietro.

Nell’omelia il parroco Mons. Claudio Moschini, commentando le letture del giorno, ha ricordato che “il Signore ci insegna che si può sempre recuperare una persona con un dialogo sincero”. Al termine delle preghiere dei fedeli il parroco si è poi avvicinato per benedire l’altare, quindi, dopo la preghiera di benedizione, lo ha asperso con l’acqua benedetta e lo ha incensato.


Quindi sono state benedette le nuove due statue, realizzate anch’esse dallo stesso scultore, raffiguranti San Giovanni Evangelista, patrono della comunità parrocchiale, e San Giovanni Paolo II. Rivestito l’altare delle tovaglie la messa è poi continuata nel modo consueto.

L.S.

<< Torna alla pagina precedente

26th January